Movimento 5 Stelle Cascina

Programma Elezioni Amministrative 2016

 

Cascina in MoVimento
#orauoitornareavotare
 

Il Movimento 5 Stelle si presenta per la prima volta alla competizione elettorale per il governo della città di Cascina con un proprio candidato Sindaco e con una rosa di ventiquattro candidati Consiglieri. Negli ultimi mesi ha lavorato per stilare un programma mirato a promuovere i valori fondanti del M5S, onestà, giustizia, trasparenza, partecipazione, condivisione, qualità della vita, e a difendere gli interessi di tutti i cittadini dell’intero territorio del Comune di Cascina, dall’estrema periferia sino al centro storico.
Il Movimento ha come obiettivo riorganizzare l’assetto istituzionale, in funzione delle esigenze dei cittadini nell’ambito delle proprie comunità, e istituire gruppi di rappresentanza locali per la partecipazione attiva; si propone inoltre di garantire il mantenimento dei servizi individuali, con particolare attenzione alle fasce più deboli, e ridurre la pressione fiscale nel rispetto della proporzionalità costituzionale.
Il Movimento si prefigge di realizzare una politica che ponga al centro la persona e i suoi bisogni, che lavori per una città a misura d’uomo, in cui il governo locale sappia farsi interprete del desiderio di cambiamento dei cittadini e le istituzioni siano davvero al servizio della comunità, adempiendo al mandato con diligenza ed equità.
Il Movimento intende governare in maniera onesta e trasparente per il bene di tutti, con spirito di servizio, senza subire alcuna influenza dai forti poteri locali, e collaborare con le cittadine e i cittadini in un’ottica costruttiva e di sviluppo anche per le generazioni future, investendo nei giovani e nel contempo non dimenticando le proprie radici.
Il Movimento 5 Stelle infine vuole gestire la città con buon senso, incoraggiare il rispetto delle regole, aver cura dell’ambiente, rafforzare la pratica sportiva e incentivare la cultura in tutte le sue espressioni e forme.

Il Movimento 5 Stelle di Cascina

1. Incentivazione all’impiego nel settore del turismo.
Il Movimento 5 Stelle favorisce misure per potenziare l’impiego dei cittadini sul territorio comunale nell’ambito del turismo. Sono proposti a tale scopo incentivi per l’istituzione di percorsi culturali e naturali, sia nell’area comunale che in quella circostante, che valorizzino il patrimonio del Comune di Cascina, che incrementino le strutture alberghiere e le diverse attività commerciali del territorio.

2. Incentivazione all’impiego nel settore delle attività produttive e dei servizi.
Il Movimento 5 Stelle sostiene tutte le misure per incrementare l’impiego dei cittadini sul territorio comunale nell’ambito delle attività produttive. A tal proposito propone la detassazione temporanea delle aziende che si stabiliscono nel comune e ne sfruttano la posizione per il trasporto merci. Cascina infatti è posta al centro di grandi strutture viarie di importanza strategica nazionale: il porto di Livorno, l’aeroporto di Pisa e le reti autostradali e ferroviarie che percorrono le due direttrici, Genova-Livorno e Firenze-Livorno. Sono previsti incentivi anche per il riavvio, l’innovazione, l’integrazione tecnologica e l’internazionalizzazione delle attività di produzione mobiliera, tipiche del territorio.

3. Istituzione dell’ufficio EIR: Europa, Italia, Regione.
Il Movimento 5 Stelle propone di istituire l’ufficio EIR, grazie ad una formazione specifica di alcune risorse del personale del Comune, e si pone il compito di monitorare i bandi europei, ministeriali e regionali attivi e fornire, sia agli uffici del Comune interessati che alle aziende del territorio, con particolare attenzione alle aziende agricole e manifatturiere, tutte le informazioni e le consulenze necessarie a predisporre le proposte di finanziamento. A seguito di individuazione di bandi specifici si possono così avviare diverse proposte tra cui il restauro del Teatro Bellotti-Bon di Cascina e la rivalutazione dell’argine dell’Arno, per la protezione della salute pubblica e per la fruizione di spazi all’aperto.

4. Ambienti di lavoro pubblici.
Il Movimento 5 Stelle promuove il miglioramento degli ambienti di lavoro dei dipendenti direttamente ed indirettamente impiegati nella fornitura di servizi pubblici, con particolare attenzione alla sicurezza dei luoghi di lavoro.

5. Dipendenti del Comune.
I dipendenti del Comune rappresentano un punto di forza dell’Amministrazione Comunale, pertanto il Movimento 5 Stelle si prefigge di ridurre il ricorso agli incarichi professionali esterni e valorizzare invece le professionalità di tutto il personale e delle diverse figure apicali. Si propone inoltre l’introduzione di attività propedeutiche per il miglioramento dei rapporti umani e collegiali tra colleghi, la qualità della vita, il benessere e la motivazione al lavoro, la rotazione dei ruoli a richiesta.

6. Servizio di raccolta dei rifiuti.
Il Movimento 5 Stelle propone l’avvio della raccolta differenziata con bidoni comuni ed interrati, possibilmente dotati di compattatore per la riduzione del volume. I sacchetti di raccolta, opportunamente marchiati con codice a barre, permettono di smaltire i rifiuti nei bidoni interrati nel momento più opportuno per il cittadino, alleggerendo il carico organizzativo della raccolta differenziata. Tale soluzione permette di ridurre il traffico dei mezzi di raccolta nel Comune e di rendere più efficiente la raccolta stessa, grazie ad una più semplice organizzazione della società appaltatrice.
Il Movimento 5 Stelle vigila per verificare sistematicamente la qualità del servizio prestato dalle aziende alle quali il Comune affida lo smaltimento dei rifiuti, affinché l’opera di differenziazione imposta ai cittadini non venga vanificata e la spesa sostenuta dalla comunità non venga inutilmente sprecata; promuove infine l’istituzione di una nuova Isola Ecologica nella zona di Navacchio, per agevolare i cittadini delle periferie nel conferimento dei rifiuti.

7. Acqua.
Il programma sull’acqua pubblica è stato scritto per il Movimento 5 Stelle da 27 milioni di Italiani il 12 e il 13 Giugno 2011, quando è stata sancita la preminenza del concetto di bene comune sulle logiche di mercato.
Il Movimento 5 Stelle si attiva a compiere tutti i passi possibili e necessari perchè l’acqua torni ad essere gestita dall’amministrazione pubblica con l’obiettivo di esigere dal gestore del servizio idrico il rispetto del Decreto del Presidente della Repubblica, conseguente alla vittoria referendaria che sancisce l’abrogazione della norma che permette ai gestori di caricare sulle bollette la componente della “remunerazione del capitale investito”. Si prefigge di incrementare l’uso di acqua potabile comunale, attraverso l’installazione di nuovi “fontanelli” pubblici che distribuiscano acqua sia liscia che gassata.

8. Servizio ottimizzato di pulizia delle strade.
Il Movimento 5 Stelle stabilisce un servizio di turnazione, ottimizzata e controllata, per la pulizia manuale e meccanizzata delle strade di tutto il Comune, al fine di contenere la voce di costo già destinata attualmente alla pulizia delle strade. Incremento del numero dei cestini urbani che permettano la raccolta differenziata.

9. Completamento bonifica Decoindustria.
Il Movimento 5 Stelle intende completare la bonifica di Decoindustria a Santo Stefano a Macerata, in modo da restituire il territorio risanato alla cittadinanza, progettando uno spazio verde fruibile da tutti che ricordi l’evento.

10. Rivalutazione vecchi mestieri di Cascina.
Il Movimento 5 Stelle cura la rivalutazione dei “vecchi” mestieri di Cascina (mobilieri, falegnami, sarte, ecc.) e l’istituzione di corsi “professionali” con il contributo e l’esperienza dei maestri d’ascia cascinesi.

11. Sviluppo della rete di trasporti.
Il Movimento 5 Stelle intende potenziare il trasporto pubblico urbano ed interurbano per una maggiore e migliore connessione sull’esteso territorio comunale, verso Pisa e verso Pontedera.
A livello urbano si procede a valutare ogni possibile soluzione per istituire un servizio su gomma perpendicolare all’asse della Tosco-Romagnola, al fine di raggiungere tutte le frazioni del Comune di Cascina, in particolar modo quelle di Latignano e dell’ansa dell’Arno. Tale intervento offre evidenti vantaggi ai cittadini: la riduzione del traffico e delle auto circolanti nel Comune, una maggiore connessione territoriale, una minore probabilità di incidenti stradali sia diurni che notturni. Il servizio notturno è rivolto soprattutto a tutelare i giovani del territorio spesso coinvolti in gravi incidenti notturni, poiché si mettono alla guida per raggiungere la propria abitazione con un tasso alcolemico elevato.

12. Istituzione navetta per il Centro “I Borghi”.
Il Movimento 5 Stelle valuta la possibilità di istituire una navetta per il raggiungimento con i mezzi pubblici del Centro Commerciale “I Borghi” presente nella frazione di Navacchio e ridurre il traffico veicolare.

13. Costruzione di marciapiedi in aree specifiche.
Il Movimento 5 Stelle, dato che in alcune aree del Comune non vi è la continuità di una via pedonale (marciapiede) per il raggiungimento di luoghi di interesse pubblico come il teatro Politeama di Cascina, crea una mappa del territorio comunale per evidenziare questa criticità nelle varie frazioni del Comune e per passare alla costruzione dei marciapiedi nelle sedi individuate. Intende inoltre incrementare la presenza di piste ciclabili.

14. Lotta alle barriere architettoniche per i disabili.
Il Movimento 5 Stelle vuole implementare in modo effettivo e continuo il PEBA (Piano di Eliminazione Barriere Architettoniche). Inoltre, le opere realizzate all’interno del PEBA verranno sottoposte a valutazione e a parere da parte delle associazioni di disabili interessate.

15. Monitoraggio idrico.
Il Movimento 5 Stelle propone un sistema elettronico di monitoraggio e controllo costante dell’Arno e degli scarichi per evitare i consueti e dannosi allagamenti dovuti alle piogge (monitoraggio di segnalazione per ufficio Fiumi e Fossi e maggiore intervento dello stesso ufficio sul territorio comunale).

16. Monitoraggio dell’aria.
Il Movimento 5 Stelle controlla che i sistemi di rilevazione di polveri sottili siano posti nei punti interessati a maggiore traffico, secondo criteri più idonei alla sanità pubblica con rilevatori ad altezza uomo (non a 3 metri) e ad altezza bambino. Procede a monitorare l’aria con analisi a campione della composizione delle polveri sottili, per la valutazione effettiva della sorgente inquinante.

17. Sensibilizzazione, promozione ed incentivazione di pratiche a tutela dei diritti degli animali domestici.
Il Movimento 5 Stelle mette a disposizione su tutto il territorio distributori di sacchetti per la raccolta degli escrementi dei cani, istituisce apposite aree verdi per lo sgambamento dei cani, valuta l’istituzione di una clinica veterinaria comunale per la cura degli animali domestici dei cittadini meno abbienti cercando di sfruttare gli ambienti del canile di San Lorenzo a Pagnatico.

18. Mappatura delle aree di emergenza per la salute pubblica.
Il Movimento 5 Stelle crea tre mappe multimediali contenenti aree di emergenza:
1. Salute pubblica – aree a rischio per la salute pubblica (es. aree con concentrazione di Ethernit);
2. Pulizia – aree a rischio per lo smaltimento dei rifiuti non autorizzato e per la crescita incontrollata di vegetazione;
3. Illuminazione urbana – nell’ottica del risparmio energetico, individuazione di aree a maggiore consumo e quelle a minore consumo, con l’obiettivo di procedere alla sostituzione incrementale delle “lampade” con dispositivi a basso consumo.

19. Personale delle società controllate e partecipate.
Il Movimento 5 Stelle verifica periodicamente che vengano garantite le condizioni di lavoro e le retribuzioni dei dipendenti delle società controllate e partecipate, direttamente ed indirettamente impiegati nella effettiva fornitura del servizio comunale.

20. Sostegno dello sport e dei suoi valori.
Il Movimento 5 Stelle sostiene le attività sportive amatoriali e le eccellenze sportive agonistiche locali attraverso il patrocinio di manifestazioni e gare; potenzia le diverse iniziative sportive e gli eventi organizzati nelle scuole di Cascina, al fine di educare le giovani generazioni ai valori dello sport.

21. Slot machine.
Il Movimento 5 Stelle si propone la progressiva eliminazione delle slot machine su tutto il territorio comunale.

22. Ristrutturazione dei sottopassaggi ferroviari, pedonali e ciclabili.
Il Movimento 5 Stelle rende i sottopassaggi più idonei e sicuri con maggiore illuminazione e controllo, risana umidità ed infiltrazioni, previene incidenza di allagamenti – collaborazione con la Polizia Municipale per il controllo tramite telecamere e strumenti automatici al fine di evitare l’attraversamento nelle stazioni dei binari evitando i casi di investimento verificatisi negli ultimi anni.

23. Stipula di convenzioni con enti ed associazioni per il controllo e la salvaguardia dell’ambiente.
Il Movimento 5 Stelle, attraverso apposite convenzioni con enti ed associazioni, controlla e salvaguarda l’ambiente, soprattutto per i casi di comportamento scorretto di smaltimento abusivo di rifiuti.

24. Sicurezza nelle scuole.
Il Movimento 5 Stelle avvia l’installazione di telecamere nelle scuole in servizio nelle ore di chiusura per scongiurare i sempre più frequenti furti e danni.

25. Pannolini e salvaguardia dell’ambiente.
Il Movimento 5 Stelle incentiva l’utilizzo di pannolini lavabili per la salvaguardia dell’ambiente e il risparmio economico delle famiglie.

26. Fattori correttivi di reddito per famiglie.
Il Movimento 5 Stelle prevede la revisione dei fattori correttivi di reddito per le famiglie, nella fruizione di servizi pubblici in caso di gemelli o di più figli nel nucleo familiare.

27. Bilancio comunale semplificato e trasparente.
Il Movimento 5 Stelle procede all’adozione permanente del “bilancio civico informatico” (bilancio riclassificato) ovvero uno strumento che permetta al cittadino, in modo semplice e trasparente, di conoscere il valore delle assegnazioni sui capitoli, le spese sostenute ed i relativi percettori oltre alle rimanenze contabili ed alle entrate comunali. Al fine di una maggiore fruizione del bilancio, il Movimento offre anche strumenti per la consultazione di dati aggregati e per la ricerca di singole decisioni di spesa. Tale “bilancio civico informatico” viene reso disponibile attraverso la pagina web del Comune e, per i cittadini sprovvisti di computer, su richiesta in formato cartaceo.

28. Istituzione di commissioni consultive locali di zona senza oneri per il Comune.
Il Movimento 5 Stelle istituisce Commissioni circoscrizionali, senza onere alcuno per il Comune, che fungano da punto di raccolta delle problematiche, delle segnalazioni e delle proposte di soluzione da parte dei cittadini residenti nelle relative circoscrizioni.

29. Maggiore trasparenza del procedimento amministrativo.
Il Movimento 5 Stelle vuole che i cittadini abbiano la certezza di poter sempre ottenere dall’Amministrazione le risposte ai loro quesiti ed alle loro richieste di chiarimenti, in maniera compiuta ed oggettivamente provata dagli atti, in modo da ridurre il numero dei ricorsi al Difensore Civico e al contenzioso. Propone quindi di istituire una specifica commissione preposta alla conciliazione delle controversie pendenti tra il Comune ed i cittadini, potenziando l’Albo Pretorio on-line, in modo che tutti possano visionare gli atti dell’Amministrazione oltre i 30 giorni previsti dalla legislazione vigente. Inoltre, sempre mediante sistema informativo, mantiene i cittadini costantemente informati sullo stato di avanzamento dei programmi e sulle variazioni (modifiche operative, scadenze temporali, priorità, investimenti, fornitori compresi liberi professionisti e consulenti, soggetti terzi, ecc.) che dovessero rendersi necessarie in corso d’opera.

30. Razionalizzazione e riduzione delle spese dell’Amministrazione.
Il Movimento 5 Stelle intende razionalizzare le spese dell’Amministrazione per conferire alla “macchina comunale” più elevate doti di efficienza, senza che vengano meno i requisiti di efficacia.

31. Controllo del territorio.
Il Movimento 5 Stelle risponde alle esigenze di sicurezza dei cittadini, mediante un impiego ottimizzato della Polizia Municipale nelle attività di controllo del territorio, promuovendo un più efficace coordinamento con le altre forze di polizia operanti sul territorio.
A tal proposito si faccia riferimento per esempio alle seguenti azioni sul territorio:
1. controllo del territorio anche al fine di diminuire l’incidenza dei furti in appartamento e negli esercizi commerciali;
2. verifica alloggi locati “al nero”;
3. posti di blocco e controllo del traffico veicolare;
4. ausilio alle altre forze dell’ordine;
5. Vigili di quartiere, in aree sensibili, in attesa del potenziamento delle risorse della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri.
Parallelamente all’impiego della Polizia Municipale, il Movimento valuta la collaborazione con le associazioni, gli enti, le fondazioni per il potenziamento di alcune attività attualmente di pertinenza della Polizia Municipale, come ad esempio il servizio di attraversamento pedonale della strada in prossimità delle scuole.

32. Edilizia popolare.
Il Movimento 5 Stelle propone di definire meccanismi trasparenti che favoriscano i cittadini nell’assegnazione degli alloggi di edilizia popolare.

33. Istituzione della mensa comunale per i cittadini più disagiati.
Il Movimento 5 Stelle vuole attivare, sempre nel rispetto delle norme igienico sanitarie previste dalla legge e dai regolamenti, un servizio di raccolta di alimenti cotti prodotti dalle mense, soprattutto scolastiche, e non distribuiti destinati alla distruzione, promuovere la distribuzione in sede idonea di tali pasti ai cittadini delle fasce più disagiate, con la collaborazioni di associazioni ed enti interessati nell’offerta del servizio, al fine di migliorare l’offerta del servizio stesso.

34. Urbanistica.
Il Movimento 5 Stelle si propone di implementare una politica effettiva di consumo di suolo zero e rivalutazione dell’esistente con una variante urbanistica, durante la prima parte del mandato preliminare alla stesura del nuovo Piano Strutturale e Regolamento Urbanistico.

35. Politica abitativa contro la crisi.
Il Movimento 5 Stelle, per favorire l’indipendenza abitativa dei figli e l’acquisto di immobili da parte di coppie giovani meno abbienti, prevede di ridurre il limite minimo di superficie per unità abitative realizzate a partire da frazionamenti di immobili costruiti prima del 1999, anno di adozione del regolamento urbanistico corrente.

36. Edilizia sostenibile.
Il Movimento 5 Stelle modifica il regolamento per l’edilizia sostenibile con l’eliminazione della certificazione CasaClima a favore dell’Attestato di Prestazione Energetica (APE) controllato a campione da tecnici del Comune.

37. Riqualificazione locali sfitti.
Il Movimento 5 Stelle avvia un censimento dei locali sfitti, per avere il quadro degli appartamenti non abitati e delle strutture industriali inutilizzate o abbandonate, e una revisione anche degli isolati di rinnovo urbano presenti sul territorio comunale.

38. Revisione dell’attività amministrativa pregressa.
Il Movimento 5 Stelle inserisce anche questo aspetto, al pari di quelli esposti ai punti precedenti, in una più generale garanzia di trasparenza che l’Amministrazione deve offrire ai propri cittadini, anche al fine di dirimere eventuali controversie.

39. Valutazione delle condizioni per l’istituzione del reddito di cittadinanza.
Il Movimento 5 Stelle con gli appositi uffici valuta la possibilità di istituire il reddito di cittadinanza per i residenti sul territorio comunale, secondo la regolamentazione individuata dagli esponenti nazionali e comunali del Movimento 5 Stelle.

40. Proposte di iniziativa popolare.
Il Movimento 5 Stelle stabilisce che le proposte di iniziativa popolare devono essere discusse con priorità in Consiglio Comunale e/o dalla Giunta. Per incentivare la presentazione di tali proposte si riduce la soglia delle firme necessarie raccolte tra gli iscritti alle liste elettorali.

41. Streaming dei Consigli Comunali sulla pagina web del Comune.

42. Valutazione piano di riduzione costo comunicazioni con tecnologie innovative.

43. Valutazione delle metodologie di appalto disponibili per una maggiore trasparenza.

44. Documentazione e verbalizzazione attività consiliari e delle commissioni da rendere disponibili sulla pagina web del Comune.

45. Eliminazione degli sprechi per fornire maggiori servizi ai cittadini.
Il Movimento 5 Stelle procede alla riduzione e possibilmente all’eliminazione di tutte le spese superflue ed eccessive che pesano in maniera sostanziale sul bilancio comunale, quali le spese postali, le spese telefoniche, la cancelleria e gli affitti, a vantaggio dei servizi ai cittadini per rendere la città più a misura d’uomo, vivibile, sicura e sana.

46. Recupero dei tributi evasi.
Il Movimento 5 Stelle procede alle necessarie azioni di recupero dei tributi locali, attraverso gli strumenti messi a disposizione dalla legge potrà partecipare attivamente al recupero delle tasse evase e incassare le somme così riscosse. Per esempio, per contrastare il fenomeno degli affitti in nero, si potranno utilizzare i dati raccolti dalla Polizia municipale durante il controllo delle residenze anagrafiche e incrociarli con i dati delle utenze e di quelli in possesso dell’Agenzia delle Entrate. Le somme così recuperate potranno essere utilizzate per alleggerire la pressione fiscale sui cittadini virtuosi e per migliorare i servizi.

47. Istituzione degli orti urbani e piano di piantumazione di alberi.
Il Movimento 5 Stelle progetta di mettere a disposizione dei cittadini appezzamenti di terreno, con l’obiettivo di favorire un utilizzo di carattere ricreativo, destinato alla sola coltivazione di ortaggi, frutti e fiori ad uso del concessionario. L’assegnazione risponde a diversi obiettivi per la città: funzione sociale, didattica, ambientale ed educativa.
Al fine di aumentare la quantità di verde presente sul territorio, verranno individuate delle aree in cui attuare un piano di piantumazione di alberi.

48. Riduzione degli imballaggi.
Il Movimento 5 Stelle diviene promotore di iniziative che coinvolgano i commercianti per avviare o potenziare la vendita di prodotti sfusi e, dove non sia possibile, utilizzare quantomeno imballaggi ecosostenibili. Si favorirà, inoltre, l’utilizzo di materiali e stoviglie riutilizzabili nelle mense e tavole calde.

49. Piano di gestione dei rifiuti.
Il Movimento 5 Stelle si impegna con un proprio piano alternativo di corretta gestione dei rifiuti che rappresenti l’evoluzione ed il miglioramento di un sistema da concordare con le aziende della grande, media e piccola distribuzione presenti sul territorio per una politica mirata della raccolta differenziata degli imballaggi, degli oli e pile esauste e piccoli apparati elettronici.
Si favorisce il corretto conferimento di qualsiasi rifiuto solido urbano presso infrastrutture logistiche collocate in posti strategici della città i cosiddetti CCR, Centri Comunali di Raccolta, le Isole Ecologiche di quartiere, punti di riciclo, ed altre soluzioni logistiche già sviluppate in tutto il mondo.

50. Trasparenza e meritocrazia nell’affidamento dei lavori pubblici.
Il Movimento 5 Stelle si prefigge di introdurre criteri di valutazione del merito e della qualità delle opere eseguite nelle gare di appalto e negli affidamenti diretti, privilegiando le aziende virtuose e locali; di pubblicare online gli affidamenti con l’indicazione della valutazione qualitativa dei lavori eseguiti; di definire in modo preciso le responsabilità e le penali nei capitolati di appalto, con pagamento in funzione del collaudo dell’opera.

51. Istituzione linea di segnalazione di violenze, molestie ed abusi.
Il Movimento 5 Stelle vuole istituire una linea di segnalazione telefonica e web per violenze, molestie ed abusi, e creare dei protocolli per il coinvolgimento di enti e/o istituzioni.

52. Attuazione effettiva del baratto amministrativo.

53. Valorizzazione delle attività di volontariato, terzo settore e associazionismo.
Il Movimento 5 Stelle promuove la socializzazione e, allo scopo di limitare la difficoltà incontrata dai genitori lavoratori, provvede a concedere l’uso delle scuole nel periodo estivo ad associazioni e/o ONLUS per la creazione di campi estivi economicamente accessibili.

54. Piano di connettività Internet.
Il Movimento 5 Stelle intende avviare una intermediazione con le società di telefonia per assicurare la connettività di tutte le frazioni del Comune.

55. Pubblicazione on line dei servizi resi alla cittadinanza al fine di monitorare le attività svolte ed ottimizzare l’organizzazione Amministrativa
Il Movimento 5 Stelle prevede di pubblicare tutti i servizi resi ai cittadini, sia attraverso rapporti di dipendenza che di collaborazione, sul sito del Comune per poter essere monitorati e valutati per il miglioramento e l’ottimizzazione delle risorse e delle funzionalità dell’organizzazione amministrativa.

56. Laboratorio urbano per ragazzi.
Il Movimento 5 Stelle vuole coinvolgere le scuole e gli istituti per progettare strade o ambienti pubblici da riqualificare come laboratorio propositivo di idee.

57. Rivalutazione dei beni pubblici per bambini, giovani e anziani.
Il Movimento 5 Stelle cura la sistemazione e manutenzione dei parchi giochi per i bambini e i centri per gli anziani.

58. Attuazione effettiva del bilancio partecipativo.